Maiale allo spiedo aromatizzato al mirto

“Do’ maiale nun se jetta niente…”

Questa frase Ŕ indicativa per capire quanto il maiale sia radicato nella antica cultura culinaria della zona, tempi in cui la cultura contadina tendeva a sfruttare tutto ma proprio tutto di questo animale, dalle carni, alle pelli, alle ossa. Proprio per questo abbiamo scelto come piatto principe della nostra struttura il maiale alla brace. Questo, in genere di 15 kg di peso, viene disossato e farcito con varie erbe e foglie della pianta di mirto e viene messo a “frollare” per diverse ore. Successivamente viene sapientemente rosolato allo spiedo su carbone di legna per un tempo che varia dalle sei alle dieci ore a seconda del peso del maiale. Infine viene fatto “riposare” per alcuni minuti e servito caldo accompagnato in genere  un buon bicchiere del nostro  “vino contadino”, vino fatto con uve del Vesuvio conservato senza solfiti ma prestando una notevole attenzione alla temperatura della cantina, l’umiditÓ, ed addirittura anche ai cambiamenti climatici giornalieri, proprio il metodo usato dai “i vecchi antichi” ed ancora oggi  in uso a chi vuole gustare un vino assolutamente naturale che sia privo di qualsiasi conservante.

Il Maiale allo spiedo Ŕ disponibile solo su ordinazione di almeno 7 giorni e solo per gruppi di almeno 15 persone.

Agriturismo Antico Ricupo
Tel.+39 0817777462 
info@anticoricupo.it